La roulette russa dei vaccini

LA ROULETTE RUSSA DEI VACCINI

Oggi vi sottopongo una questione delicata che riguarda i vaccini, in special modo la capacità dello stato impositore di obblighi, di monitorare le reazioni avverse ai farmaci.
Tale pratica denominata “farmacovigilanza passiva” , molto ben vista a buon loro ragione dalle case farmaceutiche, consiste nella segnalazione volontaria del singolo cittadino che ha riscontrato una reazione avversa in un farmaco all’organo preposto , che sia il medico curante o l’AIFA .
E’ facile immaginare come tale pratica sia fallimentare , principalmente perché la maggior parte delle persone non ha minimante idea di questa procedura e se anche ne ha cognizione nella maggior parte dei casi non segnala perché è ovvio che la prima cosa che si fa è correre ai ripari, in seguito a fatti ormai avvenuti il più delle volte si ritiene inopportuno segnalare l’accaduto.
L’aggettivo fallimentare da me usato è anche troppo buono alla luce di dati ufficiali che ci giungono dalla regione Puglia . Difatti in via sperimentale è stata effettuata dalla suddetta regione una strategia di “farmacovigilanza attiva” , dove per attiva si intende un monitoraggio prolungato e costante dei soggetti trattati con telefonate di controllo fatte ai genitori in un lungo periodo di tempo, affiancata e comparata alla solita utilizzata “passiva” per il periodo 2013 – 2017 riguardante la sorveglianza degli eventi avversi a vaccino in puglia.
I dati che ne conseguono sono a dir poco allarmanti.
Ne risulta altresì che il numero di eventi avversi gravi monitorato con il sistema di sorveglianza attiva, dove per gravi si intende : Invalidità grave o permanente , pericolo di vita , decesso , ospedalizzazione prolungata , è di 300 volte superiore statisticamente agli eventi avversi monitorati con il sistema passivo !!! .
Parliamo in soldoni di 4 reazioni avverse gravi ogni 100 bambini vaccinati !!!!! (tab. pagina 26 del report).
Il report completo lo trovate a questo link.
Sarebbe bello avere un report completo con un’ analisi di tutta la casistica a livello nazionale con sorveglianza attiva, chissà quali dati avremmo a disposizione!
La domanda che pongo a voi padri e madri , a tutti i medici con un briciolo di coscienza e alla mia pediatra di riferimento è:
Volete giocare alle roulette russa con vostro figlio dove gli si punta una pistola con 4 colpi in canna su 100 ?
E soprattutto volete giocare alla roulette russa assumendovi la responsabilità morale e legale firmando il “consenso informato” in caso in cui uno dei 4 colpi vada a segno?
Fate il vostro vaccino, ops il vostro destino.
AL

About AL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *